Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Leggi il trattamento dei Cookies qui.

Di seguito le novità introdotte dal nuovo Dpcm per il contenimento del contagio da Covid-19, valide dal 4 al 17 maggio.

Sarà in ogni caso importante attendere le eventuali indicazioni di Regione Lombardia e dei Sindaci che possono dare indicazioni più restrittive su alcuni temi anche in base alla situazione effettiva del territorio. 

SPOSTAMENTI
- Permessi gli spostamenti all’interno della Regione con nuova autocertificazione;
- No agli spostamenti tra Regioni, se non per motivi di salute o urgenze;

SINTOMATICI
- Per chi ha febbre sopra i 37.5 gradi e sintomatologie respiratoria obbligo di restare a casa e avvertire il proprio medico;

INCONTRI
- Sarà possibile rivedere i famigliari (parenti, ma anche fidanzati e "affetti stabili") senza vere e proprie riunioni e con mascherina, sempre rispettando le distanze;

ATTIVITÀ FISICA
- Sarà consentita la ripresa dell’attività motoria individuale non più solo nei pressi della propria abitazione (l'uso della mascherina è attualmente obbligatorio in Regione Lombardia e dovrà essere eventualmente confermato dalla stessa anche per la Fase 2);
- Sì anche all'attività motoria con i figli o alle passeggiate con persone non autosufficienti.
- Potranno riprendere ad allenarsi anche gli atleti professionisti delle attività individuate dal Coni, non gli sport di squadra.
- Aperti parchi con dovute accortezze (i sindaci potranno chiuderli se non sarà possibile garantirle);

BAR E RISTORANTI
- Oltre alla consegna a domicilio sarà possibile fare ristorazione attraverso la vendita da asporto (evitando assembramenti davanti a bar e ristoranti);

FUNZIONI RELIGIOSE
- Potranno essere nuovamente celebrati i funerali ma solo alla presenza degli stretti familiari, non più di 15 persone;
- No alle messe;

ATTIVITÀ PRODUTTIVE
- Si riparte con il comparto manifatturiero, edilizia e cantieri, commercio all'ingrosso funzionale a queste filiere (già dal 27 aprile sarà possibile aprire per predisporre le aziende al rispetto dei protocolli di sicurezza);

Leggi il testo completo del Decreto firmato il 26 aprile 2020

Consulta le FAQ del governo per maggiori approfondimenti (pagina in continuo aggiornamento)