Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Leggi il trattamento dei Cookies qui.

EMERGENZA CORONAVIRUS
Misure valide dal 4 al 17 maggio 2020
(DPCM del Governo del 26 aprile 2020 e Ordinanza 537 di Regione Lombardia del 30 aprile 2020)

Cari gandinesi,

l’emergenza di questi mesi si appresta a vivere da lunedì 4 maggio una nuova fase, legata alle nuove disposizioni di Governo e Regione Lombardia. Di seguito alcune note concordate con i sindaci della Val Gandino. Tengo a ribadire la necessità di mantenere buonsenso e comportamenti responsabili, per evitare che si possano rendere vani i sacrifici di queste settimane, ritornando alla drammatica situazione di contagio che abbiamo vissuto.

In forza del decreto e dell’ordinanza di cui sopra, sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze LAVORATIVE o situazioni di NECESSITÀ ovvero per motivi di SALUTE. Si considerano necessari gli spostamenti per incontrare CONGIUNTI (parenti e affini, coniuge, conviventi, persone legate da stabile legame affettivo) purchè vengano rispettate le norme igienico-sanitarie (no assembramento, distanziamento, utilizzo dispositivi di protezione) e quelli per attività sportiva e motoria. E’ vietato spostarsi fuori Regione o raggiungere Seconde Case salvo comprovate esigenze di urgenza.

I sindaci dei Comuni della Val Gandino (Gandino, Leffe, Casnigo, Peia e Cazzano S.Andrea) sono concordi nel sottolineare i seguenti punti:

- I Parchi pubblici sono chiusi al pubblico, data la difficoltà di verificare costantemente il corretto distanziamento fra le persone ivi presenti ed in considerazione della norma che vieta l’utilizzo delle aree attrezzate per i bambini.

- I cimiteri restano chiusi al pubblico, stante la difficoltà anche in questo caso di garantire un corretto controllo degli accessi e dei possibili assembramenti.

- I mercati comunali restano sospesi, data la difficoltà di assicurare le misure di legge che richiedono accessi contingentati, distanze e prescrizioni.

- Sono consentite le cerimonie funebri con partecipazione massima di 15 persone, possibilmente all’aperto e secondo le prescrizioni relative a dispositivi di protezione e distanziamento. Restano aperti i luoghi di culto (con il mantenimento delle distanze) ma sono sospese le cerimonie civili e religiose.

- Si può svolgere attività sportiva e motoria individuale nel rispetto delle distanze utilizzando le mascherine, a meno che non si tratti di persone conviventi. Come recitano i chiarimenti diramati dal Governo, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività.

- In virtù di quanto previsto dal DPCM e dall’Ordinanza regionale i Sindaci sono concordi nel ritenere autorizzato lo spostamento al di fuori dei confini di ciascun Comune per effettuare la spesa. Si sottolinea che rispetto a questo tema, particolarmente sentito dalla popolazione, è stata chiesto un ulteriore e definitivo chiarimento alla Prefettura. L’eventuale risposta in senso restrittivo potrebbe rendere necessaria nei prossimi giorni la revoca di tale interpretazione. Si sottolinea comunque la necessità di evitare assembramenti e di muoversi solo per effettiva necessità, ottimizzando spostamenti e volumi d’acquisto.

Per qualsiasi necessità i cittadini possono rivolgersi al Centro Operativo Comunale, istituito in accordo con la Protezione Civile Valgandino. Dalle 8 del mattino alle 20 di sera è disponibile il numero di emergenza 329.1355915.

Dalle 20 alle 8 è attivo il numero telefonico della Guardia Medica 035.3535 (selezionare Val Gandino) cui è possibile rivolgersi per necessità sanitarie.

Gandino, 3 maggio 2020

Il Sindaco
Elio Castelli

  pdf Scarica il messaggio in formato pdf (633 KB)