Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito usa i cookie di terze parti per migliorare i servizi e analizzare il traffico. Leggi il trattamento dei Cookies qui.

Cari Gandinesi,
lunedì 18 maggio inizia una fase nuova dell’emergenza che a causa della pandemia del Coronavirus ci accompagna ormai da tre mesi. Il varo del Decreto Governativo e dell’Ordinanza Regionale elimina di fatto tutte le misure limitative di spostamento entro il territorio regionale, ove non servirà più essere in possesso  dell’autocertificazione. Fino al 2 giugno saranno ancora vietati gli spostamenti verso altre regioni (salvo comprovate esigenze lavorative, di salute o stato di necessità).
Tengo a sottolineare che rimane obbligatorio l’utilizzo della mascherina e rimangono vietati tutti gli assembramenti in luoghi pubblici e tutte le manifestazioni che prevedano la presenza di pubblico. Con opportuni e specifici protocolli tornano al lavoro bar, ristoranti e negozi: si aprono scenari nuovi, cui guardano con speranza anche tutti i cittadini che riconoscono loro un ruolo centrale della nostra vita sociale.
Sono nuovamente possibili le celebrazioni religiose in presenza di fedeli e vengono riaperti i cimiteri. E’ come detto una fase nuova, che non deve farci dimenticare tutto quanto abbiamo vissuto a Gandino, Barzizza e Cirano e, soprattutto, quanto sia tuttora concreto il rischio di nuovi contagi. Viviamo dunque un momento in cui, al di là di regole e decreti, è importante dimostrare ancora la determinazione, il buonsenso e la coesione con cui abbiamo affrontato l’emergenza.
Un grazie infinito va di nuovo e per sempre a chi ha combattuto con ogni possibile energia contro l’avanzare del virus: medici, personale sanitario e di assistenza di Ospedali, Casa di Riposo, Convento delle Orsoline, Casa dei Sogni e Comunità Magda, singole famiglie. Il ringraziamento si estende ai tanti volontari del Centro Operativo Comunale, alla Protezione Civile, alle Parrocchie ed a coloro che con gesti concreti hanno offerto materiali utili ad affrontare i giorni più difficili. Se un aspetto positivo possiamo trarre dai giorni della pandemia, è senza dubbio quello della collaborazione. Un elemento decisivo a livello locale, di singoli rapporti umani, ma anche e soprattutto istituzionale, con le
associazioni, i sindaci della Val Gandino e quelli del Distretto, la Prefettura, i Carabinieri, gli Alpini ed i Fanti, Animalcortile, la Consulta degli Stranieri. Il sito comunale è tuttora costantemente aggiornato con le informazioni utili, cui si sono uniti i messaggi diffusi anche in modalità audio attraverso i social e la newsletter settimanale inviata via mail. Tutto questo è un vanto per la comunità nel suo insieme, che non può essere scalfito da chi cerca nelle polemiche piccole e pretestuose un discutibile motivo di sfogo. La coesione di queste settimane è invece un’eredità preziosa, un elemento fondante di un futuro che tutti auspichiamo sereno.
A tutti Grazie!
Gandino, 18 maggio 2020
Il Sindaco
Elio Castelli


Per qualsiasi necessità invito a rivolgersi al Centro Operativo Comunale, istituito con gli altri Comuni della Val Gandino in accordo con la Protezione Civile Valgandino. Dalle 8 del mattino alle 20 di sera è disponibile il numero di emergenza 329.1355915. Dalle 20 alle 8 è attivo il numero telefonico della Guardia Medica 035.3535 (selezionare Val Gandino) cui è possibile rivolgersi per necessità sanitarie.

  pdf Scarica il pdf (622 KB)