Segnalare un disturbo olfattivo

Ultima modifica 2 dicembre 2022

COSA E'

La molestia olfattiva è la presenza di un “odore” che altera lo stato di benessere di una persona e, nei casi più gravi, può causare malessere e disturbi.
Le tipologie più frequenti di molestie olfattive sono rappresentate da abbandono di rifiuti, fuoriuscita di gas, inquinamento olfattivo, occasionale o meno, da attività produttiva e incendi, attività agro zootecniche.
Alcuni casi di maleodorazione possono essere associati ad eventi emergenziali veri e propri e possono essere un primo indicatore.
Alcuni altri possono essere legati invece a condizioni croniche o cicliche legate a situazioni o impianti produttivi. Per tali casi non è di norma da prevedersi un intervento di tipo emergenziale, ma una gestione della segnalazione
indirizzata a comprendere le cause del fenomeno ed a correggerle in modo strutturale.
Alcune tipologie di segnalazioni e loro gestione nei casi di episodi ciclici o cronici.

Cosa fare se pervengono segnalazioni inerenti ditte che emettono fumi densi e odori nelle vicinanze di abitazioni private?
La segnalazione della situazione va inviata al Sindaco del Comune di residenza, che potrà attivare ARPA per i controlli. ARPA potrà effettuare un sopralluogo per verificare se la situazione sia regolare da un punto di vista tecnico e coerente con il regime amministrativo in cui opera l’azienda. La relazione tecnica di accertamento è trasmessa al Comune ed alle altre Amministrazioni eventualmente competenti per i provvedimenti del caso.

Cosa fare se i campionamenti di ARPA alle emissioni dell’azienda sono risultati conformi ai limiti di legge ma l’odore/fumo risulta eccessivo per il cittadino?
Si può segnalare al Sindaco la presenza di molestia; il Sindaco, infatti, ai sensi degli artt. 216 e 217 del TULLSS (Testo Unico delle Leggi Sanitarie) può richiedere alla ditta di assumere ulteriori precauzioni per diminuire la molestia nei confronti dei cittadini.

Cosa fare in caso di segnalazioni inerenti odori insopportabili provenienti da impianti di depurazione acque o impianti di compostaggio o da aziende ed in caso di richiesta di delucidazioni su possibili danni alla salute?
Anche in questo caso si può segnalare al Sindaco la presenza della molestia. Arpa, su richiesta del Sindaco, può eseguire indagini, compresa, se tecnicamente fondata, l’esecuzione di campionamenti alle emissioni finalizzati alle verifiche analitiche di tipo chimico per identificare, se possibile, alcuni componenti dell’odore molesto. Informazioni e valutazioni di tipo sanitario possono essere fornite da parte dell’ASL.

Al fine di facilitare l’interpretazione della situazione da parte degli organi tecnici, è importante che il reclamante fornisca le più dettagliate indicazioni in modo da poter indirizzare le indagini e quantificare il disturbo. Di solito gli odori sono più avvertibili alla mattina e all’imbrunire, per motivi meteoclimatici (inversione termica); è possibile, peraltro, nel caso di aziende, che siano legati solo a determinate lavorazioni, effettuate discontinuamente.
È sempre utile che il reclamante tenga un calendario (ore, durata, giorno) degli odori da mettere a disposizione per gli approfondimenti del caso.


CHI PUO' EFFETTUARE LA SEGNALAZIONE

Tutti i cittadini.


COME

Direttamente allo sportello oppure tramite mail.


DOCUMENTI NECESSARI

  • Modulo di segnalazione compilato in ogni sua parte
  • Fotocopia del documento d'identità del segnalatore


UFFICIO DI RIFERIMENTO

Ufficio Tecnico - Edilizia Privata - Territorio e Ambiente

Scheda di rilevazione disturbo olfattivo

Allegato formato pdf